lunedì 27 gennaio 2014

Spaghetto quadrato con cime di rapa e guanciale

Se fossi un piatto...quale saresti? Molte volte mi hanno posto questa domanda? La risposta è stata sempre la stessa: profiterol (dolce...ma con le palle). Nessuno mi ha, invece, mai chiesto: "quale piatto sareste tu e Vale?" Difficile da dire...un mix dai sapori forti penso, visti i caratteri. Così, quasi per caso, l'altro giorno pensavo che era un pò di tempo che non preparavamo uno dei nostri piatti preferiti: la pasta con la verdura. Proprio per creare un piatto che ci rappresenti ho voluto unire due ingredienti tipici delle rispettive regioni: le cime di rapa in rappresentanza della Puglia ed il guanciale per il Lazio. Che pasta scegliere? Facile. Lo spaghetto quadrato. Perchè? Beh...in Puglia sono caratteristici i troccoli, nel Lazio i tonnarelli...togliete l'uovo ed otterrete gli spaghetti quadrati. Ecco a voi...gli spaghetti quadrati cime di rapa e guanciale. Il mix tra la verdura ed il guanciale è molto indovinato in quanto l'agro delle rape smorza la rotondità del guanciale. I vostri figli non mangiano la verdura? Provate con questa ricetta e poi mi saprete dire...





Ingredienti per 4 persone:
  1. 500 g di spaghetti quadrati;
  2. 400 g di cime di rapa;
  3. 2 fette di guanciale spesse;
  4. olio qb;
  5. peperoncino qb;
  6. aglio qb

La preparazione è molto semplice, ma con qualche accortezza donerete più gusto a questo primo.

Fate lessare, in una capiente pentola di acqua salata, le cime di rapa precedentemente lavate e mondate.

Parallelamente, tagliate a listarelle la pancetta e fatela rosolare in una padella.

Trascorsi cinque minuti dall'inizio del bollore, scolate la verdura e fatela rosolare in una padella con aglio, olio e peperoncino.

Nella stessa pentola utilizzata per la verdura, lessate i vostri spaghetti.

Togliete la pasta al dente e trasferitela nella padella con la verdura. Fate insaporire per un paio di minuti, quindi aggiungete il guanciale.

Saltate il tutto ed impiattate.



I consigli del Panda:
  1. lessare la pasta nella stessa pentola della verdura, esalterà il gusto del vostro piatto;
  2. il guanciale ha una percentuale di grasso molto alto; quando lo rosolate, non è necessario aggiungere altri grassi (olio, burro, etc);
  3. il nido, oltre ad abbellire la presentazione, permetterò al vostro primo di rimanere caldo più a lungo.



Buon Appetito

7 commenti:

  1. Fantastici davvero... sai che ho visto giusto l'altro giorno la pubblicità degli spaghetti quadrati?! Mi è subito venuta voglia di prepararli e.. adesso la prima ricetta che farò sarà questa :) Un abbraccio e complimenti!

    RispondiElimina
  2. Davvero invitanti complimenti!!!
    Continuo il mio giretto nel tuo blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Mila...
      sentiti libera di girare...

      Elimina
  3. Clemente questo piatto è davvero un matrimonio perfetto. Pur essendo un nostro cavallo di battaglia, questa volta ci siamo superati! E poi pensavo... vuoi unirti in marcimonio con me come il guanciale con la cima di rapa......?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lo voglio! Non ho problemi a dirlo, anche se, come sai, di solito le cose pvt le tengo per me...in ogni caso lo dichiaro su questo angolo di blogosfera...ti amo...voglio sposarti...ma fammi capire...mi hai dato del guanciale...che marcimonio sia!

      Elimina
    2. Che cosa meravigliosa!!! Yeah!!!!

      Elimina

e tu...che ne pensi? Dimmi dimmi...