lunedì 16 settembre 2013

Patate al cartoccio con listarelle di petto di pollo e guacamole

Ho cominciato ad apprezzare la patata al cartoccio nella mia esperienza londinese. E' uno dei tipici  pub meal. Studiavo nella zona centrale della capitale inglese, alle spalle di Tottenham Court Road. Potete immaginare che concentrazione di pub ci fosse in una zona così nevralgica di Londra. Capitava spesso di pranzare nei pub con gli altri schoolmate. Così, in una delle prime occasioni, leggendo il menù, la mia attenzione si soffermò sulla Jacket Potatoes with chicken breast and guacamole. Inizialmente ero un pò scettisco. Diciamocelo, gli inglesi sono ammirevoli per molti aspetti, ma non sono proprio dei riferimenti sotto il profilo culinario. Con mia grande sorpresa, invece, trovai squisito e soprattutto equilibrato questo piatto. Ottimo, pensai! Oggi ve lo propongo, con qualche piccola personalizzazione "mediterranea".




Ingredienti per 4 persone;

  1. 4 patate gialle;
  2. 2 avocado;
  3. il succo di 1 limone grande bio (preferibilmente della costiera amalfitana);
  4. 2 cucchiaini di olio evo;
  5. grani di pepe verde qb;
  6. grani di pepe rosa qb;
  7. sale grosso qb

La preparazione non è complessa, ma dal momento che la cottura della patata è abbastanza lunga, è necessario procedere in parallelo.

Avvolgete, senza serrare eccessivamente, le patate con dei fogli di alluminio ed infornatele, ad una temperatura di 180°, per circa 55-60 min.

Mentre le patate cuociono, preparate il guacamole. In rete troverete moltissime ricette per questa salsa azteca. Inizialmente, il guacamole non era che il mix di avocado e lime. Con il tempo, poi, si è arricchita con altri ingredienti come cipolla, pomodori, pepe nero, etc. La mia scelta è stata di seguire la tradizione con qualche elemento più mediterraneo. Ho sostituito, quindi, il lime con il limone bio di costiera ed invece che il pepe nero ho utilizzato il pepe rosa e verde in grani (anche per una scelta cromatica). Da buon italiano, poi, un filo di olio evo non poteva mancare.

La preparazione è quasi banale. Togliete il nocciolo dall'avocado, sbucciatelo, fatelo in piccoli pezzi e mettetelo nel bicchiere di un frullatore. Aggiungete il succo di limone, il sale ed il pepe. Frullate sino a che il composto non risulti cremoso. Se necessario (dipende dal grado di maturità del vostro frutto), aggiungete un filo di olio.

Quando le patate sono cotte, incidetele dal lato lungo, quasi fino a dividerle ed allargate le due metà, avendo cura di non separarle. Lasciatele intiepidire.

Cuocete il petto di pollo e tagliatelo a listarelle. Ora non vi resta che comporre il piatto. Riempite lo spazio creato tra le due metà delle patate di salsa e guarnite con le listarelle di petto di pollo. Se volete, aggiungete una macinata di pepe nero ed un pizzico di sale fino.






I consigli del panda:
  1. per garantirvi una cottura omogenea, cercate di scegliere delle patate della stessa grandezza;
  2. quando la buccia delle vostre patate risulterà abbrustolita, allora avrete raggiunto la giusta cottura;
  3. per riconoscere il grado di maturità dell'avocado, fate pressione con un dito. Se resta la forma del vostro dito, vuol dire che è maturo. Regolatevi, non deve essere estremamente morbido, altrimenti pregiudicherete il gusto del guacamole;
  4. il guacamole è un perfetto equilibrio tra l'acidità del limone e la rotondità dell'avocado. Variate la proporzione tra i due ingredienti in base a quale nota di sapore vorrete esaltare.


Con una birra scura doppio malto  il gusto della Jacket Potatoes è esaltate; ed oltretutto vi sentirete in sintonia con il perfetto bristish style.



Buon Appetito.


8 commenti:

  1. Ma che bontà! :D Deve essere proprio un piattino sfizioso: complimenti Luca! Un felice inizio di settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, poi è tutto colorato...una cosa diversa...

      Elimina
  2. Il guacamole con le patate deve essere una vera sfizioseria!!!
    Proverò!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi dimmi...è un accostamento indovinato per il mio palato...

      Elimina
  3. Anche per il mio ...che per giunta è più difficile :-)
    Però ci vogliono quantità maggiori per saziarmi.
    Prossima volta 4 patate solo x me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so ciccia...è solo che non sapendo se poteva piacerti era un assaggino...hihih

      Elimina
  4. Caro Panda
    Le tue ricette dovrebbero essere stampabili....sennò come si fa in cucina a rifarle??!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione...mi sto attrezzando x farlo!

      Elimina

e tu...che ne pensi? Dimmi dimmi...