sabato 28 settembre 2013

Supplì ai profumi d'Oriente...con riso basmati e pollo al curry

Il supplì è uno dei tipici fritti romani. Quando si va a mangiare la pizza, non manca mai. A casa Clemè&Calabrè, nonostante la domenica sera sia tradizione preparare la pizza, il supplì non si prepara spessissimo. Oggi ve lo presento, anche se non secondo la tradizione romana: il tipico supplì al telefono, con ragù di carne macinata e la mozzarella. Bensì, in versione fusion, felicemente "contaminato" dai profumi d'oriente: con riso basamti e pollo al curry. Devo ammettere che fino a che non l'ho finito di friggere, ho avuto timore si potesse rompere. Il riso basmati, infatti, non è per nulla adatto a questa preparazione. Dal momento che è andata bene, vi svelo i miei segreti.




Ingredienti per 4 supplì:
  1. 200 gr di riso basmati;
  2. 1 fettina di petto di pollo;
  3. 1/2 cipolla;
  4. 1 tazza di brodo vegetale;
  5. curry qb;
  6. 30 gr di burro;
  7. 4 cucchiai di parmigiano reggiano;
  8. 4 uova;
  9. pane grattato qb;
  10. 1,5 l di olio per friggere

Mentre in una casseruola il burro, a fuoco dolce, soffrigge insieme alla cipolla, tagliate finemente il petto di pollo. 

Una volta che la cipolla è ormai trasparente, unite il petto di pollo e fate cuocere, sempre a fuoco basso. Dal momento che il petto di pollo è sminuzzato, non ci vorranno più di due minuti.

Aggiungete, quindi, il riso e fatelo tostare. Dopo due o tre minuti, iniziate a bagnare con del brodo vegetale (cipolla, sedano, carota) che avrete precedentemente preparato.

Continuate sino a che il riso non risulti quasi cotto. A questo punto, aggiungete il curry e portate a termine la cottura. 

Mantecate con il parmigiano (fuori dal fuoco). Stendete il tutto su un piatto da portata e lasciate che si raffreddi. Potete, come ho fatto io, preparare il riso il giorno prima.

Formazione.Una volta che il riso sarà completamente freddo, è il momento di formare i vostri supplì. E' la fase più delicata, quindi prestate la massima attenzione. Prendete un pò di riso tra le mani e date la tipica forma ovale dei supplì. Inserite la mozzarella all'interno dei vostri supplì e, sempre con grande cura, chiudete il buco fatto dalla mozzarella senza creare crepe.

Panatura. Passate i vostri supplì nel pane grattato, e poi - per due volte - prima nell'uovo e poi di nuovo nel pane grattato. Se avete fatto attenzione nella formazione dei supplì la doppia panatura dovrebbe garantirvi contro la rottura durante la frittura.

Riposo. Diponete i supplì su un piatto e fateli riposare in frigo per circa un'ora, in modo che si compattino ulteriormente abbassandosi, quindi, il rischio di rottura.

Dopo circa un'ora, riprendete i supplì dal frigo in modo tale che - mentre l'olio arriva a temperatura (190°) - possano tornare a temperatura ambiente. 

Appena l'olio è pronto, con l'aiuto del ragno (schiumatoia per fritture), immergete i supplì nell'olio ed, avendo cura di girarli spesso, fateli dorare.

Servite caldi, accompagnati da un bianco fruttato.

I consigli del panda:
  1. la fase più delicata di tutta la ricetta è la formazione dei supplì; se notate che non riuscite a compattarli, ungetevi leggermente i palmi con olio, vi faciliterà il compito;
  2. far tornare i supplì a temperatura ambiente è fondamentale; in caso contratio, infatti, lo shock termico potrebbe far rompere i vostri supplì, vanificando tutto il vostro lavoro;
  3. se avrete fritto bene, vedrete che i supplì saranno asciutti, non vi serve quindi della carta assorbente; al contrario, avete sbagliato la temperatura.
  4. per capire se la temperatura è quella giusta e non avete a disposizione un termometro, utilizzate il metodo della farina o in questo caso del pan grattato. Provate ad immergere un granello di pangrattato. Se sfrigola immediatamente, allora la temperatura è quella corretta;
  5. se vedete che il vostro olio fa del fumo, significa che avete superato il punto di fumo (dipende dal tipo di olio). Non utilizzatelo e scaldate altro olio.

Fritto romano dal cuore orientale



Buon Appetito


Con questa ricetta partecipo al Contest di Vaty



6 commenti:

  1. Io mi sono cimentatea con le arancine e con le palle di riso, ma mai con i supplì( stranamente ho la tendenza ad andare sempre verso sud...)
    Questa contaminazione la vedo azzeccatissima e Vaty ne sarà felice visto che adora il curry!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora prova una volta a fare i canederli...hihihi

      Elimina
    2. Buonissimi amore......da ripetere assolutamente!

      Elimina
  2. ciao! ma cosa darei per mangiarli! adoro il curry e adoro i supplì-arancine!! mamma mia che bontà! ricetta inserita e grazie per aver partecipato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fammi un'offerta e te li spedisco...hihihi

      è il mio primo contest...sul genere...vediamo coma va a finire...di certo non vincerò il premio per la foto...ne ho viste di più belle...per la ricetta, invece, sono confident...vedremo...voglio la padella...hihih

      Elimina

e tu...che ne pensi? Dimmi dimmi...